2

giogastel

 

Sono Giovanni Gastel JR, nipote del celebre fotografo omonimo (ecco perchè ho aggiunto il JR al mio nome!) e di Luchino Visconti, fratello di mia nonna paterna Ida, detta Nane; sono nato a Milano il 25 novembre del 1976, mio padre Guido Gastel è un medico ora ritirato nelle campagne della Lomellina e mia madre Minnie Gastel Cirri era una scrittrice e giornalista.
Ho avuto un’infanzia privilegiata vissuta in compagnia di mio fratello più piccolo Francesco, il mio Chico, e dei mei cugini. La separazione dei miei genitori quando avevo 8 anni mi ha provocato una precoce, dolorosa depressione.

Ho deciso di dedicarmi agli studi classici ma l’adolescenza segna una deviazione che mi porta sulla via dell’alcol e delle droghe. Sperimento tutto come in un continuo superamento dei limiti concessi, vivo ogni suo momento come fosse l’ultimo giorno della vita. Corro in moto, spaccio, vivo Milano con le sue ombre e le sue illusorie attrazioni.
Nel ’94, ad appena diciassette anni, la famiglia decide per me la riabilitazione attraverso la comunità. Questa sarà solo la prima di una serie. Ma al mio ritorno a Milano, mi rimbatto nuovamente nella droga, che mi accompagnerà disperatamente quasi fino a oggi.
Riesco comunque a finire il liceo classico dopo tre bocciature consecutive e inizio a lavorare presso mio zio fotografo omonimo, come assistente. Un’esperienza fugace ma meravigliosa.
Nel ’99 vengo spedito dalla famiglia, oramai quasi impossibilitata ad aiutarmi, in Canada. Un posto lontano, da dove non sarei potuto scappare, come avevo fatto tante volte in precedenza, dalle comunità in Italia. Questa sarà l’inizio di una nuova era per me.
Frequento la comunità di Le Portage, termino il programma terapeutico segnando un record per la velocità e la passione; In soli sette mesi esco e vivo a Montréal con il mio amico fraterno Leonardo, dove inizia la fase di transizione. Frequento l’Istituto Trèbas, importante scuola di cinema e collaboro con il quotidiano Il Cittadino Canadese per cui mi occupo di recensioni musicali e cinematografiche.
Do il mio supporto anche alla comunità stessa, conducendo i gruppi al Daycare, sede cittadina di Le Portage.

Finito il mio percorso, dopo alcuni anni, torno in Italia. Lavoro come cameriere per catering privati, come operaio per i traslochi, lavoro da Mc Donald’s ma successivamente ho un’altra ricaduta. Malgrado ciò, la mia voglia di rinascita prevale su tutto, quindi riparto per curami, ancora. Questa volta in Portogallo, nelle tetre campagne di Bagunte, fuori Porto.

Un anno dopo ritorno in patria, ma la vita ordinaria milanese mi è ancora complicata e difficile, quindi dopo aver vissuto a Cernobbio con mio padre, ci trasferiamo, ancora insieme,  in Lomellina.

Nel 2007 scrivo i testi per il programma televisivo Ecologica, per due stagioni in onda su Class Cnbc.
Nel 2009 ho curato la regia di due book trailers per un amico, lo scrittore Alessandro Masoni: “Il viaggio del diploma” e “Sulle onde della gioventù”.
Nel 2011 mia madre muore, lasciando un vuoto che avrei tanto voluto colmare prima.

Nel 2012, comincio a sfruttare e a sviluppare la passione per la scrittura e firmo per Panorama il reportage “L’isola del naufragio” con Nicolò Agliardi e con la partecipazione di Andrea Amato., amico e scrittore.

Nel 2013 pubblico con Gallucci Editore il mio primo romanzo “Spade”.

Sono da sempre appassionato di cinema e soprattutto di recitazione: ho frequentato nel 2014 due interessanti workshop organizzati da Milano Film Academy diretti da Giovanni Veronesi e Sergio Rubini.

Ho collaborato con Panorama, Flair e Icon.

Dal 2015 sono contributor del magazine Lampoon che pubblicherà, inoltre, il mio primo romanzo a puntate intitolato “Blindo”.

Collaboro con Satisfiction di Gian Paolo Serino e con la rivista culturale torinese Fuori Asse.

Dal 2016 sono contributor per Urban Magazine di Moreno Pisto.

I progetti di cui mi occupo vanno dalla fotografia di ricerca a quella ritrattistica, studio canto a Milano e come come pare evidente ho una passione per  i tatuaggi e la loro storia, per la motocicletta – sono un ducatista – il cinema di cui scrivo e il surf da onda.

Il 9 Maggio del 2015 mi sposo con Manuela, viviamo a Milano con il nostro Jack Russel Rusty nella casa che fu di mia madre.

About The Author

1 Comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close